Formazione 4.0 credito d’imposta

Al fine di accrescere le competenze e migliorare le conoscenze dei lavoratori, la Legge di bilancio 2018 ha introdotto, un credito d’imposta a favore delle imprese ­indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile – per le attività di formazione dirette ad acquisire e consolidare le conoscenze tecnologiche previste dal Piano nazionale Impresa 4.0, quali big data e analisi dei dati, doud e fog computing, cyber security, sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualiz­zazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali, applicati negli ambiti Vendite e Marketing, Informatica, Tecniche e tecnologie di produzione.

Il credito di imposta è attributo nella misura del 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente per il periodo impiegato nella formazione, con un massimo di 300.000 euro per ciascuna impresa beneficiaria.

Ai fini della spettanza del bonus, i costi sostenuti devono essere certificati dal soggetto incaricato della revisione legale o da un professionista iscritto nel Registro dei revisori legali di cui al D.Lgs. n. 39/2010 (tale certificazione deve essere allegata al bilancio).

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *